Ultimi Articoli

Pane e Olio

E’ notizia di questi giorni che la nuova gestione del servizio di refezione scolastica stia creando le prime situazioni di disagio, principalmente per i bambini che ne usufruiscono ma anche del corpo docente al quale è demandata la gestione del servizio stesso. Come avevamo pronosticato, dando voto contrario in consiglio comunale a questa nuova gestione delle mense scolastiche, questo è quello che sta succedendo :
1) Bambini (rei di avere genitori che per una qualsiasi ragione non hanno pagato il dovuto) che vengono separati dai propri compagni durante il pasto (momento di svago e socializzazione), relegati in uno spazio separato rispetto agli altri compagni ed ai quali viene offerto pane ed olio invece che il “normale” pasto della mensa.
2) Insegnanti che devono accollarsi, oltre alle grandi responsabilità di educatori, anche quella di gestire la contabilità di chi (quale bambini) debba usufruire del pieno diritto al servizio mensa e di chi invece questo diritto abbia perduto (e quindi messo a “pane ed olio”).
3) A fronte di un sistema informatico messo a punto per poter procedere ai pagamenti e verificare il proprio saldo corrente, la realtà vede la maggior parte degli utenti in difficoltà a causa di una implementazione grossolana e non intuitiva anche per chi fosse un esperto del settore.
Il Movimento 5 Stelle ritiene che questo nuovo sistema sia discriminatorio e poco funzionale. Vista anche la situazione ereditata dalla vecchia amministrazione è evidente che debba essere trovato un meccanismo che garantisca il pagamento di questi servizi da parte di coloro che abbiano la possibilità di pagare, tutto ciò comunque senza togliere dignità e spensieratezza ai bambini.
Chiunque volesse dare un proprio contributo di idee, nel tentativo di migliorare il servizio, può scriverci al seguente indirizzo : info@montevarchi5stelle.it

Le nostre proposte per il consiglio comunale del 26 Ottobre.

La prima mozione che presentemo all’amministrazione , sarà relativa ad una proposta che proviene dal Movimento 5 Stelle nazionale : l’introduzione del “Vuoto a Rendere”.
Questa mozione cerca di sensibilizzare la giunta ed i cittadini verso una gestione più efficiente e virtuosa dei rifiuti,
in particolare di tutti quegli imballaggi contenenti birra o acqua minerale, serviti al pubblico da: alberghi , residenze di villeggiatura,
ristoranti, bar e altri punti di consumo.
Le attività commerciali che vorranno attuare il vuoto a rendere, potrebbero detrarre dalla tassa sui rifiuti (Ta.Ri.) un corrispettivo
relativo a questa buona pratica.

 

La seconda mozione riguarda invece, un progetto che verrebbe finanziato tramite la riduzione dell’importo, che viene destinato
alla pensione integrativa dei vigili urbani (pratica ereditata dalle precedenti amministrazioni).
Tale somma proviene, da una percentuale dell’ammontare delle multe reletive alle infrazioni al codice della strada.
Tramite la riduzione di questa somma, vorremmo finanziare un sistema efficiente di videosorveglianza, che permetterebbe di migliorare
sia la sensazione di maggior sicurezza che la possibilità di individuare responsabilità relative ad azioni criminose e cattive pratiche.

Che dire : bel lavoro!

Il Sindaco di Montevarchi ha rilasciato una intervista nella quale vanta come un successo la risoluzione del contratto con La DE.CO. Srl (esecutrice lavori PIUSS) ed il ritorno dell’Antistadio nelle disponibilità del Comune (quando mai ne era uscito!!!) ma si scorda di dire che la DE.CO. Srl stessa verrà liquidata con 330.000 €. Onestamente non vediamo troppe ragioni per gioire ed anzi troviamo nella situazione tante ombre che ci lasciano veramente perplessi.

E’ evidente che questo appalto milionario nel quale si sono spesi denari della Regione e delle casse comunali (oltre alla cessione dell’ex carcere) ha manifestato delle criticità perché altrimenti non saremmo arrivati alla risoluzione del contratto. Ed allora, di fronte a questa situazione, ci chiediamo:

1) Ci sono stati inadempimenti della ditta esecutrice? Se si, perché non si è agito per il riconoscimento dei danni invece di pagare immediatamente quei 330.000 €?

2) Ci sono stati omissioni od inadempimenti dell’amministrazione comunale (attuale e precedente)?

3) Sono state rispettate le disposizioni normative vigenti in materia di risoluzione dei contratti pubblici?

Attendiamo delle risposte ma garantiamo che il Movimento5Stelle vigilerà affinché vengano salvaguardati gli interessi dei Montevarchini e che chiunque possa aver sbagliato debba essere messo di fronte alle proprie responsabilità.

La trasparenza non è di casa : Vol 2

Lunedì 25 Settembre ricominciano ufficialmente i lavori del consiglio comunale. In questa occasione presenteremo una mozione riguardante la mancata pubblicazione delle delibere, frutto degli incontri dei sindaci del Valdarno (Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Laterina, Loro Ciuffenna, Montevarchi, Pergine e Terranuova Bracciolini) sulla sanità ed il sociale . Per noi la trasparenza viene prima di tutto e non rendere pienamente disponibili alla cittadinanza le decisioni che vengono prese durante queste importanti riunioni è inaccettabile.
Di seguito come al solito rendiamo disponibile il link della nostra mozione: